Dopo il successo della fiera milanese MIPEL, prosegue l’autunno caldo degli associati AIMPES con il terzo appuntamento “MIPEL Leathergoods Showroom in Korea” dal 18 al 20 ottobre 2017. Dopo il successo delle scorse edizioni, torna a Seul la mostra-evento “MIPEL Showroom Leather Goods in Korea” che vede il coinvolgimento di 12 aziende italiane  presenteranno le collezioni SS 2018 al Park Hyatt Hotel di Gangnam-Gu (Seoul); tra i nomi, Bagolo, Claudia Firenze, Cmp Bags, Cromia, Kilesa, La Fille des Fleurs, Lexiapel, Lisa C, Lucrezia Kauffman, Marco Masi Milano, Plinio Visonà, Raro Atelier.
Per questa nuova iniziativa condotta da AIMPES e MIPEL sul mercato coreano, ICE Agenzia affianca nuovamente l’Associazione e accompagna le aziende del settore con un articolato piano di comunicazione preliminare all’evento e un incoming di 10 delle principali catene di distribuzione coreane, che visiteranno la manifestazione e realizzeranno incontri con gli espositori. L’edizione corrente vedrà inoltre il coinvolgimento di Selected Buyers provenienti dai Paesi limitrofi di Incheon, Daegu e Bausan che amplieranno notevolmente il pubblico raggiunto. 
Durante la manifestazione verrà organizzata una tavola rotonda sullo scouting internazionale a cui prenderanno parte Buyer Influencer e giornalisti delle principali testate moda. MIPEL, attraverso quest’operazione, si pone come obiettivo quello di intercettare gusti e cambiamenti del consumer coreano alla ricerca di nuovi brand del settore.
Altra novità della terza edizione di “MIPEL Showroom Leather Goods in Korea” consiste nella riproposizione di un’area tendenze allestita con prodotti selezionati ad-hoc, in un’ottica di continuum con MIPEL  e che punti a mettere in risalto il “bello e ben fatto” della pelletteria italiana. I dati export relativi al 2016 posizionano la Corea all’ottavo posto tra i principali Paesi di destinazione dei manufatti in pelle italiani, con un fatturato di 290 milioni di euro e in crescita del 3,6%.

22519121_1454746207928117_7392352931585753041_n

La manifestazione in Corea sarà seguita, la settimana successiva, dalla partecipazione di alcuni espositori di prodotti di pelletteria alla manifestazione russa Obuv’ Mir Koži di Mosca (24-27 ottobre 2017). Anche alla luce del 5% di incremento di buyer russi a MIPEL, il salone che si terrà all’Expocenter di Mosca rappresenta un appuntamento imperdibile per consolidare le relazioni commerciali esistenti ed entrare in contatto con una potenziale e vasta fascia di clienti.
Il mercato russo del settore ha dimostrato evidenti segni di ripresa, dimostrando ancora una volta di saper apprezzare il prodotto di qualità, e specialmente del Made in Italy, nonostante la complessità del quadro internazionale. La Russia, che rappresenta uno dei principali mercati di sbocco storici della pelletteria, ha confermato il suo peso specifico, collocandosi all’undicesimo posto e con una crescita a doppia cifra del + 13,59%.
La prestigiosa manifestazione, arrivata all’edizione numero 48, è visitata regolarmente da top buyer che provengono da molte regioni della Federazione Russa e dagli Stati russofoni che gravitano nell’orbita commerciale euro-asiatica, come Bielorussia, Kazakistan, Ucraina. La collettiva di aziende italiane aderenti ad AIMPES presenterà le collezioni S/S 2018 ed è composta da Arcadia, Capoverso, Cromia, Ghibli, Gianni Conti (Elda Trade), Gironacci, Marino Orlandi, Ombrelli Lanzetti, Pasotti, Plinio Visona’, Roberta Gandolfi, Ripani, Sara Burglar e Valentino Orlandi. La grande novità dell’edizione è rappresentata dal nuovo spazio chiamato “Sistema Italia” e riservato ai newcomer o alle aziende che mancavano dalla fiera da almeno 3 edizioni, e che per la sezione pelletteria sono Alma Tonutti, Boldrini Selleria, Carl Laich, Franco Pugi, Loren’s Pelletteria, Vodivi’. Questo rappresenta uno degli importanti risultati di un progetto di ICE-Agenzia per la promozione del settore calzature-pelletteria in Russia per il biennio 2017-2018:  iniziato con l’indagine e la mappatura dei buyer delle regioni periferiche russe presentata a giugno nella sede ICE di Milano, il progetto è proseguito con l’invito a Obuv’ esteso a oltre 50 operatori dall’agenda fitta di incontri B2B e la possibilità di visitare tutti gli espositori in rassegna. Il programma ha previsto inoltre azioni presso la distribuzione indipendente in loco e la realizzazione di un lookbook da distribuire in fiera.

Nutriamo grandi aspettative per questa edizione della manifestazione, legate sia alla ripresa dei consumi che alle rosee aspettative per il futuro. Grazie alla recente mappatura effettuata nelle città a reddito più alto della Federazione Russa siamo stati in grado di selezionare nuovi e promettenti contatti che costituiranno la nutrita delegazione che incontrerà le imprese italiane – ha affermato Pier Paolo Celeste,  Direttore ICE-Agenzia di Mosca.

section1

Salva