La maison del lusso francese guarda alla sostenibilità e riedita la sua cult bag Victoria, nata nel 1997, con un innovativo materiale derivato dal micelio dei funghi, il Sylvania. Nato dalla collaborazione con la start-up californiana MycoWorks, ha richiesto tre anni per il suo sviluppo e per dare vita ad un prodotto dalle straordinarie caratteristiche estetiche e funzionali, allineate con gli altissimi standard qualitativi di Hermès. Una volta prodotto in America, il materiale viene conciato e lavorato dalle abili maestranze della maison in Francia, che lo rendono resistente, durevole, e con un pregevole aspetto vintage che caratterizza il look della Victoria bag.

Nonostante sul mercato vi siano già diversi materiali derivati dai funghi, il Sylvania si distingue perché si connette ad una ricerca che ha radici nell'arte e nell'artigianato, che ne fa il materiale di più alta qualità al mondo nel suo genere. Adottandolo, Hermès diventa così il primo marchio del lusso al mondo a scommettere sull'utilizzo di materiali alternativi alla pelle, rispondendo in modo efficace alla domanda sempre più pressante di rispetto dell'ambiente, anche da parte dei consumatori del lusso.